Home

   

Settembre 1938, Italia.

Settembre 1938, Italia. Il governo fascista promulga le leggi razziali, un provvedimento che cambierà drasticamente la…

Fiaccolata in piazza per Giulio Regeni

Oggi parteciperemo alla Fiaccolata per chiedere ancora, dopo tre anni, verità e giustizia per Giulio Regeni, giovane…

Night Bus

Questa sera abbiamo partecipato come rappresentanti degli studenti, all’inaugurazione del servizio notturno “Night Bus”…

snpm.png

Elezioni comunali – Padova, gli studenti e la politica

Insieme all’esigenza di difendere e promuovere i diritti degli studenti, dentro e fuori l’Università e i luoghi della formazione, da sempre l’ASU ritienefondamentale che sia riconosciuto e valorizzato il ruolo culturale, sociale e politico in città della componente studentesca.
L’ASU si impegna a rispondere alla necessità  di uno spazio di rappresentanza degli studenti non solo nell’ambito della vita accademica ma anche in relazione alla vita cittadina per trovare collettivamente risposta alle nostre aspettative, e ai nostri bisogni. Ma questo non basta: riteniamo essenziale che gli studentisiano parte attiva di un processo di cambiamento di cui la nostra città ha un estremo bisogno. Padova non può più rimandare la centralità dei temi dell’accesso al welfare, della gestione dei beni comuni, dell’accoglienza, del contrasto alla povertà e dell’abbandono delle periferie.

Riteniamo fondamentale che il contributo degli studenti, in questa fase importante nella definizione del futuro della città, non sia condizionato dal peso nel piano delle dinamiche elettorali: gli studenti devono entrare a pieno diritto nella progettazione e nel discorso sulla città, come componente attiva, ed è essenziale che siano riconosciuti i loro diritti di cittadinanza e la loro condizione di soggetti in formazione.
Viviamo infatti senza possibilità di accedere a servizi di welfare municipale, né di poter partecipare e incidere sulla scena pubblica e collettiva.
Siamo gli esclusi dalla politica e dalla cittadinanza. Studenti delle scuole superiori considerati ancora piccoli per rappresentare “pacchetti di voti” che valga la pena tentare di accaparrarsi, e studenti universitari, esclusi perché la rappresentanza di istanze sociali è legata ad un’idea di residenza oggi lontana dalla realtà di giovani in continuo spostamento.

Per noi studiare dovrebbe essere un diritto (oltre a rappresentare il nostro ruolo nella società), viceversa spesso risulta impossibile dal punto di vista economico e non solo: di fronte alle limitazioni determinate dal costante definanziamento del diritto allo studio, essendo inoltre esclusi dalle tutele del workfare (ovvero dei sistemi di protezione interni al mercato del lavoro), per poter davvero dare vita alle nostre aspettative e alla libera possibilità di decidere il nostro futuro, e per poter essere indipendenti da quelle reti sociali – in primis le famiglie – che nel sostenerci  sostituiscono il più delle volte le funzioni di uno Stato inesistente, chiediamo l’elaborazione di un welfare studentesco, inteso come l’insieme di iniziative concrete nella pianificazione di servizi, agevolazioni e interventi che direttamente o indirettamente possano contribuire a migliorare la condizione dei soggetti in formazione all’interno del territorio di Padova, siano essi residenti, fuorisede, italiani o stranieri, delle scuole superiori o universitari, di ITS o AFAM.


Agevolare e potenziare il trasporto pubblico, garantire il diritto all’abitare e la tutela degli studenti in stage, pianificare un sistema di agevolazioni per l’accesso ai servizi e alla produzione culturale, incentivare e supportare l’accesso ai canali di formazione diretta e indiretta: sono questi gli interventi che rispondono al riconoscimento delle nostre condizioni reali.

Nel metterci al servizio di un processo di cambiamento complessivo della città, proponiamo inoltre quello che secondo noi è un nodo centrale: la conoscenza e la cultura – in tutte le loro forme – hanno un ruolo essenziale per trasformare Padova e immaginare un’alternativa a questa città frammentata: il tema dell’accesso alla cultura e alla formazione, della produzione e della diffusione della conoscenza, è per noi centrale, quindi, non solo per gli studenti ma per tutta la cittadinanza.
È superfluo ricordare che la conoscenza e la cultura hanno un costo. Da sempre riteniamo quel costo un investimento certo e fruttuoso per lo sviluppo della società nel suo insieme e per la libertà delle persone.

È necessario rendere Padova una città educativa, capace di moltiplicare le opportunità formative attraverso le esperienze quotidiane con un nuovo sviluppo cittadino legato alla promozione della formazione permanente, e soprattutto alla valorizzazione di elementi di connubio tra formazione informale, non formale e formale: cinema, musica, teatro, internet-point, mostre, libri, biblioteche costituiscono, insieme ai luoghi del mondo accademico, un grande bene comune immateriale i cui recinti vanno rimossi, di cui non si può continuare a ragionare in termini di “esclusività” e monetarizzazione.

13239395 10154140513314941 619931845343030819 n

Je t’aime Summer Student Festival

Je T’aime Summer Student Festival 2016 XV Edizione

27 maggio – 4 giugno

Golena San Massimo

Via San Massimo 137, Padova

Venerdì 27 maggio

PHYSIC TV (acid rock / experimental, Angry Love, UK/US)

AIKULA (alternative rock / heavy rock, SI)

Sabato 28 maggio

BYETONE (idm / glich, Raster-Noton, DE)

Domenica 29 maggio

IOSONOUNCANE electronic / songwriting, Trovarobato, IT)

SEQUOYAH TIGER (psych pop / electro, Morr Music, IT)

Lunedì 30 maggio

DEATH INDEX (hardcore / post punk, Deathwish, US/IT)

STREGONI: Johhny Mox + Above The Tree (tribal / psychedelic, IT)

Martedì 31 maggio

ALESSANDRO CORTINI (dark ambient / industrial, Hospital, IT)

FURTHERSET (noise / ambient, White Forest, IT)

Mercoledì 1 giugno

THE FIELD (techno / ambient, Kompakt, SE)

Giovedì 2 giugno

DEAD MEADOW (psych rock / stoner, Xemu, US)

NOTS (weird punk / garage rock, Goner, US)

Venerdì 3 giugno

PORCHES (synth pop / indie pop, Domino, US)

L I M (downtempo / electro pop, La Tempesta International, IT)

Sabato 4 giugno

CLAP! CLAP! (bass music / tribal, Black Acre, IT)

NIAGARA (electronic / psychedelic, Monotreme, IT)

Il programma di ogni sera:
18.30 SUMMER SUNSET – aperitivi con dibattiti, presentazioni di libri, teatro
21:00 SUMMERSCREEN – rassegna di cinema all’aperto, in contemporanea ai live, organizzata da Mondayscreen
21:30 inizio delle esibizioni sul palco principale

Ogni sera sarà possibile cenare presso la Golena grazie al ricco menù concepito, organizzato e gestito per ridurre al minimo l’impatto ambientale, dal momento in cui si scelgono le materie prime fino alla realizzazione del piatto: cibi locali selezionati, verdure bio, birre artigianali locali e bevande in bicchieri riutilizzabili, il tutto a prezzi popolari.

Organizzato da Asu Padova (Associazione Studenti Universitari) e Il Sindacato Degli Studenti.
Con il contributo di Università degli Studi di Padova, ESU Padova, Coop Adriatica e Arci Padova.

Direzione artistica Pulse

Elezioni SdS

#ElezioniUnipd16 – Scegli Indipendente, scegli Il Sindacato degli Studenti

Leggi il programma e trova i candidati nel tuo corso!

Il 18 e 19 maggio le studentesse e gli studenti dell’Università degli Studi di Padova sono chiamati a votare i propri RAPPRESENTANTI, che avranno mandato per il biennio 2016-2018.

Si voterà per:
– il tuo Corso di Studi;
– la tua Scuola di appartenenza;
– il Consiglio di Amministrazione (CdA);
– il Senato Accademico (SA);
– il Comitato per lo Sport Universitario (CUS);
– il Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario (CdA ESU);
– il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU).

◆ Perché votare il Sindacato degli Studenti? ◆
Perché siamo l’unica lista indipendente, apartitica e autofinanziata.
Ogni settimana ci incontriamo in assemblea, unico momento decisionale de Il Sindacato degli Studenti, aperta sempre a tutti e tutte.
Ci incontriamo ogni lunedì nella sede dell’Associazione Studenti Universitari (ASU, Via Santa Sofia 5)

Infine, qualche informazioni in più su come votare:
◆ In Consiglio di Amministrazione vota LISTA 6 facendo una X sopra il simbolo e una X accanto a un solo nome a cui vuoi dare la preferenza.

◆ In Senato Accademico, Comitato per lo Sport Universitario, Consiglio di Amministrazione dell’Ente per il Diritto allo Studio Universitario (ESU), vota LISTA 5 facendo una X sopra il simbolo e una X accanto a un solo nome a cui vuoi dare la preferenza.

◆ Nella tua Scuola, vota LISTA 5 facendo una X sopra il simbolo e una X accanto a un solo nome a cui vuoi dare la preferenza.

◆ Nel tuo Corso di Laurea* scrivi il nome o il numero della lista e delle preferenze che vuoi dare (da 1 a 3 in base al corso).

◆ In Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, vota Studenti Indipendenti – LINK Il Sindacato degli Studenti facendo una X sopra il simbolo e scrivi Gabriele Gazzaneo.

* Nei seguenti corsi di laurea vota:
– Matematica: Lista 17 – Matematici aperti ma compatti.
– Geologia: Lista 14 – Mente et malleo con Il Sindacato degli Studenti.
– Scuola di Agraria: Lista 10 – Agripolista.
– Veterinaria: Lista 5 – Il Sindacato degli Studenti.
– Astronomia: Lista 15 – Lista Unica di Astronomia.
– Fisica: Lista 19 – Di Fisica.
– Logopedia: Lista 16 – Logopedisti per Logopedisti.

In tutti gli altri: Lista 5 – Il Sindacato degli Studenti! 

Gli orari dei seggi: 
18 maggio –> dalle ore 9.00 alle ore 19.00
19 maggio –> dalle ore 9.00 alle ore 14.00

Pensa, confronta, analizza, partecipa!

◆ Vuoi contattarci? ◆

Scrivici a: sindacatodeglistudenti@gmail.com

www.sindacatodeglistudenti.org

Oppure passa a trovarci!
Ci trovi presso la sede dell’ASU, in via S. Sofia 5, 35121 Padova
Tel. 328 270 5360

LIBERTÀ E’ PARTECIPAZIONE! ◆ ◆ ◆

beyond perception banner 02

Beyond perception

Il Sindacato Degli Studenti e Asu Padova vi danno il benvenuto alla terza edizione dell’ormai annuale Out of borders night – La Notte Bianca @ Psicologia!


Giovedì 12 Maggio le porte di via Venezia 12 si apriranno a partire dalle 18:00 per una serata “Beyond Perception”!
Nelle conferenze, nelle mostre, nei dibattiti faremo perdere alla psicologia il suo vestito abituale, lasciare barba e lettino nell’armadio e vi faremo vedere la psicologia come non l’avreste mai pensata

Ecco il programma della serata:

CONFERENZE E DIBATTITI

    • ore 18:00 AULA 2B (Psico 2) Diritti e criminalità nella realtà dei migranti – Reverse your point of view

con

Marco Paggi – avvocato e docente di Diritto ed immigrazione presso il Master di studi Interculturali dell’Unipd e membro del Consiglio direttivo dell’ASGI

Giuseppe Mosconi – docente di Sociologia giuridica, della devianza e mutamento sociale dell’Unipd

    • ore 18:00 AULA 2D (Psico 2) Viaggio nel mondo delle droghe: effetti psicotropi e interazione con la personalità

con

Alessandro Angrilli

    • ore 19:00 AULA 2C (Psico 2) Lavorare in tempi di crisi: economia e salute psicologica

con

Roberto De Vogli – professore associato presso l’Università degli Studi di Padova e il Dipartimento di Scienze della Salute dell’Università della California Davis per la cattedra di salute globale e politica economica

Armando Mattioli – medico del lavoro, Responsabile del Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro presso la ASL di Foligno

    • ore 19:00 AULA 2E (Psico 2) Touch it, Swipe it, Click it – macchina e uomo, un contatto di design

con

Stefano Bussolon – professore associato presso l’Università degli Studi di Trento, esperto in Interfacce e Tecnologie della Comunicazione

Simone Pozzi – esperto di Human Factors e Safety presso Deep Blue (Roma), dove svolge attività di ricerca nell’applicazione di metodi e tecniche dell’Ergonomia Cognitiva ai sistemi safety critical, quali l’aviazione civile e il campo sanitario

    • ore 21:00 AULA 2B (Psico 2) L’intercultura e la comprensione dell’altro-uomo: Open your point of view

con

Gian Piero Turchi – docente di Psicologia delle differenze culturali e clinica della devianza presso l’Unipd

Francesco Spagna – antropologo culturale ed affiliato al Centro interdipartimentale di ricerca e servizi per gli studi sull’Intercultura e le Migrazioni

ATTIVITÀ

    • ore 18:00 Erasmus (Piazza di Psicologia) Erasmus: changing lives, opening minds

Aperitivo di conoscenza fra studenti in partenza e studenti appena arrivati a Padova

Do you Erasmus? Vieni a scoprirlo!

 

    • ore 18:00 Giocoleria (Piazza di Psicologia) Laboratorio di Giocoleria “Beyond Perception… of juggling!”

Pratica con diversi attrezzi di giocoleria (messi a disposizione), giochi collettivi e special show finale!

A cura de I CircoScritti

    • ore 19:00 Spettacolo teatrale (Piazza di Psicologia) Monologo “El dotor dei mati” – Storia di un neurologo a Venezia, dalle fondamenta alla legge Basaglia

Di e con Claudia Fontanari
Regia di Sara Valerio

In collaborazione con il progetto Costituiamoci!

    • ore 19:30 L’Aperitivo dei Dottorandi! (Piazza di Psicologia)

a cura di ADI Padova

    • ore 21:15 Cineforum AULA 2D

Proiezione del film “Frank” a cura di Mondayscreen Lunedì

MUSICHE E DANZE

La serata inizierà a scaldarsi insieme ai Pizzica Patavina alle 20:30

Alle 22:00 inizierà poi il concerto dei nostri Special Guestss!

I Camillas

“I Camillas” nascono a Pordenone nel 1964 come duo formato da Ruben Camillas (chitarre, xilofono, voce) e Zagor Camillas (tastiere, cimbalo, voce), per 40 anni non producono niente ma nel 2004 succede qualcosa di straordinario, il rock’n’roll li vuole e loro accettano!
E’ appena uscito il loro nuovo disco, “Tennis d’amor”!

ARTISTI & ASSOCIAZIONI

A partire dalle 18:00 e per tutta la durata dell’evento, Manuela Emma e Martin Romeo esporranno le loro opere nella mostra NeuroArt – Mostre di Arte e Scienza, in cui le nozioni scientifiche vengono spiegate attraverso le opere d’arte interattiva

Ci saranno inoltre banchetti e stand informativi di

Antéros LGBTI Padova, Asu Padova, Il Sindacato Degli Studenti, Presidio Silvia Ruotolo – Padova, Infopoint Diritto allo Studio – Unipd, Greenpeace Gruppo Locale Padova, Legambiente Padova, Universitas Discorsi a Confronto, SAP-BSR, Progetto Mentor-Up, Associazione Iride ONLUS

Noi siamo pronti… e voi?

Media Partner: RadioBue


L’iniziativa è finanziata con il contributo dell’Università di Padova sui fondi della Legge 3.8.1985 n. 429.

milluminodimeno16

Dynamo Critical Mass – m’illumino di meno 2016

Il 19 febbraio si tiene la XII edizione della più grande campagna radiofonica di sensibilizzazione sui consumi energetici e la mobilità sostenibile, ideata da Caterpillar: M’illumino di meno.

Coinvolge migliaia di ascoltatori, centinaia di associazioni ed i più importanti attori istituzionali, con l’adesione di centinaia di Comuni. L’edizione di quest’anno è dedicata in particolare al tema della mobilità sostenibile e della ciclabilità!

Per questo motivo lanciamo una DYNAMO CRITICAL MASS speciale, in orario serale, affinché la strada e le piazze siano illuminate dall’energia pulita prodotta dalla forza delle nostre gambe. Niente fari a batteria, non si bara!

In una città in cui il cielo è assediato dalle polveri sottili, la mobilità pubblica è gestita impietosamente aggravando una condizione di preoccupante insostenibilità, e puntualmente sono smantellate piste ciclabili, corsie preferenziali di autobus e pezzi di aree pedonali, aderire all’iniziativa assume un significato importante: percorreremo infatti i tratti più critici per la ciclo-viabilità in città, quelli più attraversati dai ciclisti ed in cui è maggiormente necessario porre un freno al traffico automobilistico e dare spazio alle corsie per biciclette.

 

Evento facebook qui 

Cattura

FIERA DELLE PAROLE CANCELLATA – Ed il sapere tutto intero e per tutti?

La cultura è cultura, e come tale è sempre stata mezzo di emancipazione sociale, a prescindere dal colore politico che una persona possa volerci vedere. 
Cultura e letteratura hanno certamente una funzione politica, ma slegata dalla dicotomia destra-sinistra e diretta alla costruzione di strumenti per cambiare e migliorare il reale.
Troppo spesso le giunte e gli amministratori tendono a considerare il sapere come un bene di lusso ed innecessario, il più delle volte solo un peso ed uno spreco da tagliare. Noi rivendichiamo il diritto al sapere tutto intero e per tutti, come ricorda il motto della nostra secolare Università.
Consideriamo quindi questo attacco a La Fiera delle Parole inaccettabile, ancor più se i motivi futili che lo guidano, riportati dalle testate giornalistiche, verranno confermati.
A quando la chiusura dell’Università di Padova perché troppo di sinistra, dall’alto della sua Medaglia d’oro al valor militare conquistata con la Resistenza nella guerra di liberazione?

 

Il sapere non è fatto per comprendere, è fatto per prendere posizione.
– Michel Foucault

(foto: il mattino di Padova)

luke

NESSUNO ESCLUSO – In piazza per i diritti di tutti e l’uguaglianza

Aderiamo anche noi alla mobilitazione, lanciata a livello nazionale, che si terrà il 23 gennaio per rivendicare pari diritti per tutti e tutte!

Questa mobilitazione rappresenta infatti un fatto politico importante, soprattutto perché pone una sfida decisiva che facciamo convintamente nostra: mettere i diritti LGBT e la lotta alle discriminazioni al centro di un’agenda programmatica comune per la trasformazione generale della società, per un modello basato su uguaglianza, pari opportunità per tutti e autodeterminazione dei singoli.

Lo diciamo chiaramente: il Ddl Cirinnà in discussione in Senato può costituire un passo in avanti verso la giusta direzione, ma non è la legge che i movimenti LGBT chiedono da tempo. Non rappresenta per noi un avanzamento decisivo per l’affermazione della piena eguaglianza delle famiglie e per i diritti degli individui.

Il Governo ha una grave responsabilità nell’aver legittimato una mediazione al ribasso sul fronte dei diritti, che durante la discussione parlamentare rischia di mutilare ulteriormente il testo di legge, come nel caso della stepchild adoption (che qualcuno vorrebbe sostituire con l’idea, circolata in queste ore, di affido rafforzato) o altri ghirigori di varia natura (le “formazioni sociali specifiche”, per esempio). Per questo scenderemo in piazza con la volontà di aprire una nuova fase di mobilitazione per l’ottenimento di pieni diritti per tutte le famiglie, a partire dall’istituzione del matrimonio fra persone dello stesso sesso e del diritto di adozione per le coppie omosessuali, e per un profondo cambiamento sociale e culturale, attraverso la promozione dei saperi e degli studi di genere, l’estensione del concetto di famiglia oltre gli schemi tradizionali, il ripensamento del welfare in ottica universale, perché nessuno sia più vittima di esclusione sociale e di discriminazioni.

L’appuntamento, per Padova, è sabato 23 gennaio alle ore 16:00 di fronte Palazzo Moroni in via VIII febbraio! 
Dobbiamo mobilitarci insieme per i diritti di tutti e l’uguaglianza sostanziale, contro la recrudescenza dell’oscurantismo, delle discriminazioni e dell’omotransfobia, dichiarando ad alta voce nessuno escluso!